domenica 28 dicembre 2014

tapasciata di novedrate


DAY 3-2015
DATI tapasciata DI NOVEDRATE

28 dicembre 2015
buonasera a tutti

io & franzissimo
io & franzissimo
Questa settimana mi sono allenato talmente tanto che avrei potuto postre ogni giorno, come ai vecchi tempi (sigh sob). La mia settimana È andata così: Lunedì collinare di 9 km, mercoledì doppio cioè Riscaldamento 2 km Più 4 per 1000 intorno ai 4 al km con 500 mt recupero e 1 km e mezzo di nuoto la sera, giovedì 16 km di collinare leggero e venerdì 16 km. Quindi questa settimana mi sono sparato più o meno 70 km, contando anche la tapasciata di Seveso. Ebbene si sono andato a correre il giorno di Natale, festa che io non contemplo, facendo 16 km veramente duri fatti di fermate e ripartenze. Infatti abbiamo iniziato a correre ore alle 08:30 e sono tornato a casa alle ore 11:00, per colpa dei miei compagni di squadra che volevano rompere le balle a chi non era uscito a correre.
Gruppo di natale
Il 26 invece si e svolto un allenamento tostissimo fatto alla cava di Paderno Dugnano. Abbiamo Fatto 9 km con un tracciato che comprendeva 5 salite con rispettive discese. Perchè da che mondo e Mondo dopo una salita c'è sempre una discesa, tranne un Novedrate ...
La tapsciata di Novedrate è stata come al solito freddissima con quel freddo che ti taglia la faccia in 2 e che ti iberna la barba lasciandoti la gocciolina al naso perenne, piena di gente e più dura del solito. Se penso che un anno fa nello stesso posto e stesso periodo portavo a casa 24 km con un passo inferiore ai di 5 al km e oggi ho patito per 19 km, con un passo superiore ai di 5, mi viene il magone. Tornando alla corsa di oggi posso dire di essere partito veramente presto c'era ancora il buio, Partire da casa col buio e vedere il sole sorgere è sempre uno spettacolo. Bisognerebbe obbligare le persone a correre all'alba vedendo sorgere il sole per capire cosa ci regala la natura, ma alzarci alle ore 6 per correre chi cazzo ce lo fa fare? !!! Posso dire che, come settimana scorsa, fino al decimo km sono andato abbastanza bene tenendo conto che al 7 ° km c'è una salita ripida che fa la differenze e riesce a fare una bella selezione. sono riuscito a finirla senza fermarmi superando e facendomi Superare. e questa era solo la prima. La seconda dal 10 ° km al 13 ° km, mi si e ripresentata un altra salita moolto impegnativa dove ho cercato di mantenere un passo costante ed attaccandomi ad un treno che mi ha portato fino alla meta, finchè non mi sono dovuto fermare causa slacciamento stringa delle scarpe (che ho allacciato velocemente), ma che non mi ha permesso di riagguantare il treno che mi aveva portato fino a lì. Al 16 ° / 17 ° km c'era ancora una salita che mi ha proprio spaccato le gambe ma anche questa ho portato a Termine senza fermarmi, anche perchè dopo 2 km sarebbe finito tutto questo strazio. Novedrate smentisce il detto che dopo una salita c'è sempre una discesa perché è vero che ha delle salite ripidissime o che continuano a salire costantemente, ma non ha quelle discese che ti fanno dire: "pensavo di morire, ma adesso mi lascio andare giù a palla di brutto ". Posso dire con tutta sincerità che Già al 9 km pensavo a chi me lo avesse fatto fare, a quanto mancasse alla fine ed a essere indeciso se fare i 13 km o i 19 km, tutto questo non e buono per un corridore che punta tutto alle lunghe distanze. Vabbè posso mettermi un 6 per la mia prestazione di oggi e sopratutto per la mia Faccia Sorridente alla fine.  NO PAIN NO GAIN






domenica 21 dicembre 2014

Stracada di Seveso

DAY 02 2014
dati tapasciata di seveso

Domenica 21 dicembre 2014

Buonasera a tutti
gruppone stracadaCome promesso dal post precedente la settimana corrente mi sono allenato. Non come l'anno scorso, tutti i giorni, ma solo lunedì, sabato e oggi la tapasciata di Seveso. Lunedì ho fatto una corsetta di un ora per mettere su km infatti ne ho fatti 12. Sabato invece ho fatto un lavoro più serio ovvero 1 minuto veloce ed 1 minuto lento dove sono uscito stremato ma ho portato a casa 7,5 km in 36 minuti, non male pensando che c'erano di mezzo 2,5 km di riscaldamento! Invece oggi ho fatto la tapasciata di Seveso. Minchia che freddo. Per quello che mi ricordo, e questa è la terza volta che la faccio, fa sempre un cazzo di freddo. E anche oggi non e stata da meno, ma io non mi sono fatto prendere a schiaffi dalla temperatura ed ho reagito con i pantaloncini. Vai uomo! Sono arrivato per fare il biglietto quando ancora c'era buio e la nebbia la faceva da padrone, e oltre a me c'erano altri malati che al buio aspettavano aprisse la biglietteria. Fin dall'inizio ero indeciso se fare 13 km o 21, sapendo che i 13 km li avrei fatti abbastanza agevolmente mentre i 21 km avrei patito alla stragrande sopratutto su di un terreno molto impervio. Quindi ho optato per la distanza maggiore, perchè non sono mica qui a pettinare le bambole, ma subito dopo al bivio dove si può scegliere se farne 13 o 21 mi sono pentito. Come si può evincere nel grafico Garmin fino 12 km sono andato veramente benissimo e le gambe giravano alla grande poi, subito dopo la scelta, ho iniziato a calare il ritmo soprattutto mi ha segnato la prima salita impegnativa che ho incontrato sul mio cammino. Lì ho capito che ne devo fare ancora molta di strada con le mie scarpine chicco. I kg in più si fanno sentire, per l'esattezza 8 rispetto a l'anno scorso, ma c'è di peggio nella vita che una crisi sul peso specifico di una persona. Comunque non so dare con esattezza il tempo impiegato, dovrebbe essere intorno a 1 ora e 40 minuti, visto che il mio orologio si è fermato al 18 km abbandonandomi come una barba senza i baffi. Quindi senza senso. Sono contento della mai prestazione non si può far altro che migliorare ed io lo voglio fare.Buone corse a tutti!!!



domenica 14 dicembre 2014

corsa campestre pioltello per dembr in Garmin Connect - Dettagli

corsa campestre pioltello per dembr in Garmin Connect - Dettagli

DAY 01-2014

Domenica 14 dicembre 2014







Ebbene si!

Sono tornato!

Chi lo avrebbe mai detto, neanche io. Visto l'infortunio che mi ha tenuto fermo ai box per un mese. Ho scelto di riiniziare con il cross di Pioltello. Anche perché la preparazione x la maratona di quest'anno sarà svolta un po alla cazzo e visto che la probabilità di non svolgerla sono certe.Ma i motivi ve li svelerò più avanti. Quindi cercherò di tenervi sulle spine! Raccontiamo di oggi. Dopo un mese di stop forzato, allenandomi in piscina e corrichiando 40 minuti ogni tanto, ho voluto testare le mie gambe nella gara campestre di 6 km a Pioltello. Debbo dire che non è stata una gara semplice, ma nonostante tutto mi sono divertito e ho fatto una buona prestazione. All'inizio della gara sono partito senza velleità competitive, completamente scazzato e con il maniavantismo che mi contraddistingue da quando ho iniziato la mia carriera di runner. Anche perchè dopo la prestazione fatta alla mezza maratona di Treviso (conclusa in 1 h 50 min con l'intenzione di ritirarmi al 7 km) la voglia e lo spirito sono calati. Ma non ci sono cazzi una gara e una gara, quando ti butti nella mischia mica riesci a limitarti. Infatti appena ho iniziato a mettere un piede davanti all'altro in maniera frenetica mi sono ricreduto, ed ho cercato di superare persone man mano che ne avevo la possibilità. Non ci credevo così tanto che sono partito assieme agli ultimi. La gara si svolgeva su un circuito di 3 giri da 2 km e qualcosa. Un tracciato molto nervoso pieno di curve e con un fossato e una salita di ghiaia che spezzavano un bel po il ritmo.Ho cercato di limitarmi all'inizio, cercando le traiettorie migliori (mai trovate) e cercando di rimanere il meno possibile nella parte meno fangosa. Che permette di avere maggiore tenuta di strada. Ho incrementato il passo di km in km, infatti il terzo km l'ho fatto in 4 min e 25 meravigliandomi della prestazione. Peccato mancassero altri 3 km tant'è che gli ultimi 2000 mt ho cercato di tirare a campare e mantenere delle posizioni, facendo un allungo gli ultimi 100 mt per cercare di recuperare qualche posizione (una). Quindi ho finito 6.38 km in 29.07 con un passo medio di 4.34. Ad ora la gamba un po mi duole, nonostante lo stretching fatto a fine gara, speriamo bene per domani. Abbiamo da preparare una maratona alla carlona.






domenica 22 giugno 2014

monza-resegone 2014 per dembr in Garmin Connect - Dettagli

monza-resegone 2014 per dembr in Garmin Connect - Dettagli

DAY 71-2014

domenica 22 giugno 2014



Chi la ama e chi la odia.

Cosa dire della Monza- Resegone, io non  penso di odiarla ma sicuramente non è una gara per chi come me non ama la sofferenza quella vera  e propria e vuole avere tutto sotto controlla dal primo all'ultimo km. Posso dire di essermi fermato al 37 km quindi li li per finirla, ed è per questo motivo è giusto darmi del pirla, ma la testa ha preso il sopravvento rispetto al cuore. Penso che bisogna avere anche il coraggio di conoscere i propri limiti ed io di questa gara avevo ed ho una fottuta paura. Non voglio giustificare il fatto che abbia fatto schifo, come accade ultimamente, ma ho optato per l'opzione più facile e che mi avrebbe fatto soffrire di meno. Il prezzo dell'iscrizione vale per la partenza da Monza con gli occhi di centinaia di persone che ti applaudono e lo speaker che dice il tuo nome. Già lì, prima di salire sul palco, ero teso come una corda di violino ed il mio compagno di squadra Giuseppe se ne era accorto tranquillizzandomi. Analizzando la gara posso dire che i primi 20 km sono andati abbastanza bene tenendo un buon ritmo e riuscendo anche a divertirmi, scherzando con le persone lungo il tracciato e battendo il cinque ad ogni bambino che mi porgeva la mano. Raggiungendo la terna numero 30 e a superarla, e noi avevamo il 63! Poi dal 30 km e iniziato il calvario. Ho camminato per 300 metri e poi sono ripartito, ma anche la testa era già partita per la tangente e gli autosabotatori mi ingrandivano ogni sintomo di stanchezza e lo trasformavano in una pugnalata sulla schiena. Infatti al 33 km ho deciso di mollare tutto e iniziare a camminare, avevo perso completamente la testa, tant'è che sgarbatamente ho avuto delle parole pesanti verso i miei compagni di squadra, e di questo me ne pento e mi scuso, sicuramente non le pensavo. Analizzando a freddo il mio comportamento ho capito e deciso di fermarmi appena ho visto il primo runner sdraiato per terra collassato e la mia testa mi diceva che io non dovevo fare quella fine lì e che mi sarei dovuto fermare. Mi era già capitata alla 10 km del Manzoni a Lecco, di vedere una persona accasciarsi al suolo e automaticamente spaventarmi e rallentare notevolmente la mia corsa. Da quel momento in poi il mio obbiettivo è stato solo uno arrivare alla macchina e mettermi lì ad aspettare che tutto fosse passato. E stato bellissimo quando arrivato al 35 km ho sentito una 20 di persone gridare il mio nome, lì ho guardati uno ad uno cercando di  fargli capire che in quel momento ero stufo di correre. Ecco un altra cosa che mi ha lasciato basito è stato dire di essere stufo di correre, di dire a mia moglie che non avrei più corso. Sono parole veramente pesanti che non avrei mai immaginato di dire per tutta l 'impegno che ci ho sempre messo e per la voglia che ho messo in questa preparazione. Mi spiace per i miei compagni che hanno patito le pene dell'inferno per causa mia, ma spero che capiscano che il mio modo di comportarmi è nato solo dal dispiacere di avergli rotto le palle per 20 km.

martedì 10 giugno 2014

momot 2014 per dembr in Garmin Connect - Dettagli

momot 2014 per dembr in Garmin Connect - Dettagli

DAY 71-2014

Martedì 10 giugno 2014

buonasera a tutti



Questo era solo l'inizio di una scoppiettante gara che fungeva da lungo in preparazione alla Monza-Resegone di sabato 21/06. Devo dire che la Momot (Monza-Montevecchia) è una bellissima gara organizzata alla grande e con un tracciato talmente bello e faticoso da lasciarti senza fiato. è una gara a coppie di 33.5 km con partenza dalla villa Reale di Monza e arrivo al centro sportivo di Montevecchia, ridente località nella provincia di Lecco. La partenza della mia coppia, che poi eravamo un terzetto perchè la Monza- Resegone si corre in tre e noi stavamo giusto preparando quella, era alle 09.45 e già faceva un caldo da star male. Più avevamo il Franz e l'Imperatrice che ci scortavano in bicicletta, eravamo una coppia con delle bodyguards di tutto rispetto. Comunque la gara va benissimo al di là delle mie più rosee aspettative,stranamente mi sentivo in forma e riuscivo a tenere un buon passo sopratutto nel momento in cui ci siamo addentrati nei boschi. Tantè che i primi 10 km li abbiamo fatti in 46 minuti,tenendo conto che nei 10 km è considerata la salita della canonica, tanta roba...

Ma ecco al 12 km accadere ciò che non ti aspetti, +Stefano Santambrogio inciampa su un qualcosa non ancora ben definito e si sbrindella la caviglia. Lì per lì eravamo un po indecisi sul da farsi se continuare o tornare indietro con lui, ma ci obbliga a continuare e cede il suo pettorale al Dandy. Lì capisco 2 cose: 1)che il mio outfit era totalmente sbagliato perchè la canotta troppo stretta mi ha causato delle abrasioni sul dorso infatti ho corso i restanti 20 km senza maglietta (uno schifo),

e che sarebbe stato meglio tornare indietro perchè ormai il morale era a terra. Dal 17° al 32°km continuiamo ad alternare un po di corsa e un po di camminata, ed è stato un calvario chilometri interminabile e salite lunghissime. Riusciamo a passare le donne e proviamo addirittura a correre, ma il Dandy viene colto da crampi. Così decidiamo di fermarci e correre verso l'arrivo con le donne dell'atletica (bravissime) , se devo essere sincero io volevo passarle in volata. Comunque l'abbiamo chiusa in 3 ore e 41 minuti, un buon tempo nonostante tutti gli inghippi. La nota negativa rimane l'infortunio di colui che mi doveva portare sul monte Resegone a calci in culo, Vabbè sarà per l'anno prossimo...

domenica 1 giugno 2014

prego

DAY 70-2014
domenica 1 giugno 2014
buonasera a tutti
E che nessuno ti regala niente e devi sempre lavorare duro. Da qui parte il post di oggi.ore 5.45 (come testimonia la foto scattata in bagno), mi aspettava un allenamento di 18 km su al Alpe del Vicerè nella zona di Albavilla. Vi starete chiedendo:"cazzo c'entra la canzone di Biagio Antonacci!". C'entra e come. Ieri ho assistito al suo concerto e sono andato in branda alle 2.30 e la sveglia e suonata alle ore 5.00, il suono della sveglia sembrava facesse parte del sogno che stavo vivendo. Ma purtroppo era la dura e cruda realtà, e quando ho capito che sarebbe stata una giornata tutta in salita (nel vero senso della parola) ho iniziato a cagarmi sotto. Alle 06,15 ritrovo col +Tete Atletica Cesano, che per come è uscito di casa doveva ancora capire di che mondo facesse parte. In cima al Vicerè ci aspettava il Paolo. Si, abbiamo un sistema per qusto allenamento: uno lascia la macchina in cima e l'altro la lascia a valle ad una distanza di 16/18km dall arrivo. Ho fatto i primi 12 km collinari ad un buon passo toccando anche i 4.10 al km, poi è iniziata la salita e li ho patito. Visto che la settimana scorsa avevo fatto una pausa per bere, e sono stato male,questa volta ho deciso di fare tutta una tirata. Infatti sono arrivato bene. Focalizzando l'obbiettivo sono riuscito a correrla tutta abbassando il tempo totale di 6 minuti avendo fatto 1,5 km in più, rispetto alla settimana scorsa. Sono contento ho pagato un distacco di 16 minuti dal Tete e 10 da Paolo, bravissimi loro. Fortunatamente abbiamo finito di fare la salute, incominciavo a non sopportarla più nonostante quest'anno l'abbia fatta solo 2 volte. La cosa bella dell'allenamento di oggi è stata la colazione post allenamento...tanta roba.



domenica 18 maggio 2014

10k

DAY 69-2014
domenica 18 maggio 2014
buonasera a tutti 
Chi si aspettava un racconto epico sull'allenamento di oggi  si sbaglia di grosso. Avrei dovuto fare una corsetta alla Don Bosco running di Paderno Dugnano, ma mi sono svegliato troppo tardi.
Oggi non voglio parlare del mio allenamento, ma della mia presenza come spettatore alla 10k di Monza.
Partendo dal presupposto che Monza è una bellisisma città, ma non ci vivrei mai, è una cornice appropriata per una gara di questo genere. 800 gli iscritti tra cui 200 donne che correvano 10 km per le vie della citta brianzola in notturna. Ebbene sì finalmente si inizano a correre le gare di sera e non più la mattina.
L'unica cosa che non mi è andata giù ieri sera è il fatto che gli atleti di testa non abbozzano neanche un sorriso di ringraziamento verso chi li incita. Se io fossi un top runner almeno un gesto di intesa lo farei verso chi viene a tifarmi, sopratutto in queste gare dove non c'è in palio il camponato mondiale. Non sono andato volutamente all'arrivo per vedere bene i miei compagni che correvano e quindi mi sono soffermato intorno al 4°km (che era anche l'ottavo visto che la gara si svolgeva su 2 giri da 5km), dove eravamo solo io e mia moglie a incitare e battere le mani agli  atleti presenti. è sempre bello incitare i "normorunner" che ti ringraziano e capiscono che sei lì sopratutto per loro, ma incitare quelli delle prime posizioni è una cosa che mi lascia sbigottito. Io non pretendo una riverenza perchè ti sto battendo le mani, tra le altre cose nel punto più di difficile del tracciato (ed eravamo gli unici a farlo), ma almeno un accenno di sorriso di intesa ci stà non si consuma nessuna caloria in più del dovuto.  +Corro Ergo Sum almeno l'ha fatto,anche se stesse tirando di brutto. Mentre qualche altro top runner (e non farò il nome) mi ha guardato come fossi uno di equitalia,mentre qualcuno non ci ha proprio cagato. Posso capire la concentrazione, ma anche l'ultimo della fila è concentrato quanto il primo anche se hanno due ambizioni completamente diverse. Quindi bisogna anche essere un po più "normorunner" oltre che top runner!
Poi del resto i miei amici che correvano ed ho incitato/motivato nelle maniere più diverse hanno capito che ero lì sopratutto per loro ed hanno apprezzato il mio incitamento.

venerdì 16 maggio 2014

It's A Long Way To The Top (If You Wanna Rock 'n' Roll)

DAY 68-2015
venerdi 16 maggio 2014
buonasera a tutti
Eccole qui, queste da ben 2 settimane sono le mie scarpe da running. Dopo il Garmin rosa ho arricchito la mia visione di maschio alfa, speriamo portino bene come le altre e mi aiutino a togliermi qualche altra soddisfazione.
La preparazione per la gara del 21 giugno sta andando abbastanza bene. Sto cercando di tornare a correre ai ritmi di qualche mese fa, ma sto facendo molta fatica e forse debbo avere ancora un po di pazienza. Devo dire che il fatto di aver messo su 4 kg, dopo la fine della maratona, si fanno sentire e si fanno vedere molto nitidamante. Adesso mi posso meritare il soprannome di "cinghio". Questa autocritica viene dal fatto che ieri sona andato ad una presentazione di un libro dove c'erano persone che ne sapevano di corsa e alimentazione in generale,e sentire che ogni kg in meno di peso corporeo ti fa guadagnare 2-3 secondi a km mi da nuove motivazioni in vista dei grandi appuntamenti. Quindi adesso sotto con la dieta e sotto con gli allenamenti. Anche io voglio diventare ancora più forte e sopratutto voglio diventare un Ironman. Riguardo a quest'ultimo obbiettivo o goal mi sto attrezzando, il nuoto sta andando veramente bene e non pensavo di togliermi le ragnatele cosi in fretta dalle mie pinne da squaletto. Peccato la bici che è una disciplina che non sopporto, mi fa troppo male il culo sul sellino. Mi pare di mettere troppe cose nella pentola a bollire, dalla maratona di Verona alla gara di cento km, ma fantasticare su queste cose può anche essere utile per avere delle forti e nuove motivazioni. Tra le altre cose ho deciso di non fare più gare da 10 km finchè non avrò tovato la motivazione giusta e la forma fisica ottimale, in questo momento non mi sento competittivo al massimo sopratutto psicologicamente.


domenica 4 maggio 2014

passettini

DAY 67-2014
domenica 4 maggio 2014
buonasera a tutti
Ma perchè faccio così tanta fatica ad alzarmi la mattina? Forse perchè sapevo che l'allenamento di oggi sarebbe stato una crisi continua dal 1° al 16° km!
Ma posso dire con soddisfazione che non è stato per niente cosi, anzi...
Sono riuscito ad abbassare il minutaggio rispetto a 2 settimane fa. facendo sempre lo stesso percorso di 16 km. 2 settimane fa lo avevo concluso in 1h 18' mentre oggi in 1h 15', 3' minuti di miglioramento sono proprio tanti. Nonostante tutte le salite difficoltose che ci sono ho tenuto un passo medio di 4.40 ed ho provato a fare le salite in maniera corretta o come mi hanno consiglianto aumentando la frequenza e facendo i passettini...

é proprio difficile cercare di cambiare tutte le abitudini acquisite negli anni, avrei preferito di gran lunga i passettini del filmato qui sopra.
Torniamo all'allenamento: Da subito non mi sentivo a mio agio per il semplice fatto che facevo fatica a spezzare il fiato, ed infatti pensavo che sarebbe finita come la settimana precedente con me costretto ad inseguire gli altri 2 miei compagni di squadra. Ma cercando di fare il mio passo in discesa e tirando il fiato il più possibile sono riuscito a fare anche degli sprint in salita e addirittura mi dovevano cercare di tenere a bada perchè stavo dando troppo sul tracciato pianeggiante. L'ultimo rettilineo di 800mt ho cercato di andare a riprendere +Tete Atletica Cesano , che poco prima in salita mi aveva passato in bello stile, ma non ce l'ho fatta. Come non ho fatto l'ultimo 2000 lanciato, richiesto dalla tabella oltre ai 16 gia fatti. Ho fatto solo un 1000 che vedevo pian piano scadere arrivando fino a 4.20. Comunque sono contento un bravo a me!



venerdì 2 maggio 2014

fame

DAY 66-2014
venerdì 02 maggio 2014
buonasera a tutti
Bravissimo a +felipe perez che alla maratona di Madrid ha fatto un tempone: 3:26, per come me la ricordo è un ottimo risultato e quindi complimenti.
Oggi alla fine sono andato a correre sotto il dilvio universale, non potevo comportarmi da cagasotto e aver paura di bagnarmi. L'allenamento odierno non era neanche tanto difficile. Dovevo fare solo 40' di corsa a ritmo tranquillo, peccato che non ho potuto calcore il tempo perchè il mio grandissimo orologio si è spento appena sono uscito di casa. Ma prima di dare il suo penultimo respiro ha messo dei passi a vanvera: prima ad un  passo di 10 al km, poi 3.30 e infine 2.30. Il mio Garmin mi ricorda sempre che prima faccio cagarissimo, ma fondamentalmente sono sempre un campione. Comunque era destino che non sarei dovuto uscire! Meno male che ho corso regolandomi con l'orologio campanile di Cesano, forse a volte è anche bello così correre a sensazione e guardando accuratamente ciò che ci circonda e non il passo medio del km o da quanto corriamo.
Tenendo conto della faccia ancora addormentata(foto) sono riuscito ad ottenere un outfit adeguato per la giornata uggiosa di oggi. Pantaloncino, maglia termica a maniche lunghe, felpa gialla fluo, smanicato antivento arancione fluo e cappellino da vecchio che fa avanti e indietro sul bagno asciuga e che non vuole bruciarsi il naso sotto il sole. Alla fine dell'allenamento ero conciato da fare schifo. Voncio dalle caviglie al culo e bagnato dal culo alla testa. Ma con la coscienza a posto che fa tanto per quando ti siedi a tavola. Ringrazio vivamente chi mi lava la roba e mi fa trovare sempre il mangiare pronto.


giovedì 1 maggio 2014

cinghio is amazing

DAY 65-2014
giovedì 01 maggio 2014
buonasera a tutti
13.500 mt in 1h 3min e spicci ad un passo di 4.41 al km. Con un km dentro alla cava a 4.24 compreso di salita. devo dire che tutto sommato non è male e per l'impegno che ci sto mettendo dovrei essere contento. Vero +Francesco Rimoli ? L'allenamento di oggi consisiteva in 10' di riscaldamento, 10' a 4.50, 20' a 4.35 e 30 a 4.20. La prima parte fino al 4.20 è stata svolta completamente dentro alla cava, e fino a lì non ho patito più di tanto, tantè che i miei compagni di allenamento reginetta e +Stefano Santambrogio li vedevo nitidamente davanti a me. Devo dire che i cambi di ritmo li patisco particolarmente,anche perchè non mi ero mai cimentato in allenamenti di questo tipo. E sopratutto ho scoperto che la variazione di allenamenti consente al proprio fisico di avere dei nuovi stimoli e non rimanere impiantato nei canonici lunghi e ripetute lunghe. Tornando all'allenamento, quando abbiamo aumentato la falcata li ho visti mettere la 5 marcia e partire verso lidi da me non ancora visitati. Fortunatamente ogni tanto mi aspettavano. Se fossero partiti verso LIDL da me non ancora visitati avrei aumentato il passo perchè li si sarebbe parlato di qualcosa da mangiare, e li sicuramente non mi avrebbero dovuto aspettare. Anzi...
Comunque sostanzialmente sono contento e motivato a mille per questa nuova avventura, ce la sto mettendo tutta e non mi voglio deludere, nonostante pensi un gran male di questa gara. Poi perchè il passo di gara può essere benissimo alla mia portata, e se si parla di portate...
Mi fa anche piacere che qualcuno si sia accorto nel mio miglioramento nella fase di appoggio piede durante la corsa (non tu reginetta che avevi gli occhi ancora chiusi), vuol dire che queste settimane di sforzo per migliorare sono servite a qualcosa. Ma adesso non pretendere troppo!!!




mercoledì 30 aprile 2014

sensibilizzazione

DAY 64-2014
mercoledì 30 aprile 2014
buonasera a tutti
Fuori piove ancora. Sarebbe stata una grandissima giornata di allenamento se il solito piriforme non mi avesse dato noia. Posso notare con stupore che ogni qual volta svolgo degli allenamenti più veloci, il giorno dopo mi fa un male cane. Ma non bisogna piangersi addosso, però che due palle, anche se sto pensande che il fatto di avere le scarpe scariche influisca prepotentemente.
Volevo scrivere 2 righe sul video del maratoneta collassato alla maratona di Padova (+Corro Ergo Sum complimenti per la prestazione), noto sdegno da parte di tutti su questo atleta che, a costo della propria incolumità, cerca di proseguire una maratona che lo vede nelle prime posizioni. Per come la vedo io la colpa non va attribuita all'atleta, perché solo chi ha vissuto una preparazione e una maratona, può capire come ci si senta ad non portarla a termine e non avere almeno la medaglia da "finisher". Sopratutto coloro che corrono x lavoro e la vittoria di ogni gara vuol dire soldi. La colpa va data a chi non si è preso la responsabilità di fargli capire che la sua gara era finita a 200 mt dall'arrivo, in quel momento avrebbe dovuto avere l'obbligo morale di stopparlo. Non si può vedere un filmato che dimostra l'uomo trattato come una bestia agonizzante  alla mercè di tutti. Qui si vede solo una spettacolarizzazione della sofferenza, una curiosità morbosa e macabra da parte di chi guarda e che, il giorno dopo, sarà andato al bar con qualcosa di strano da raccontare. Sopratutto il fatto che non si possa toccare per non squalificarlo (presumo) .Quando un medico vede che un atleta è in difficoltà, anche meno di così, dovrebbe interrompere la prestazione punto e basta. Che l'atleta volesse finire la gara non mi sembra un motivo per lasciarlo continuare... è vero che lui doveva essere il primo a fermarsi, ma come ho già detto prima, buttare via 3 mesi di allenamento e di sacrificio non piace a nessuno comunque ci vuole un po di buon senso. Per questo motivo non voglio pubblicare il filmato perchè non mi piace vedere una persona sofferente, ma in che mondo viviamo??? La maratona deve essere vissuta e finita così:




martedì 29 aprile 2014

penguino

DAY 63-2014
martedì 29 aprile 2014
buonasera a tutti
Ma a me chi me lo doveva raccontare che nell'atletica si chiamano andature e nel riscaldamento pre partita di una partita di calcio si chiamano skip alto e talloni al culo! Ci stavo pensando oggi mentre le facevo, le ho sempre fatte quando giocavo a calcio e non ho mai capito il senso e a cosa servissero. Mi sono accorto che mi hanno dato una mano ad allungare la falcata quando faccio delle ripetute brevi e tutto ciò mi fa piacere e mi fa capire che allora il "tecnico fidal" ne capisce qualcosa e che posso iniziare ad assomigliare ad un runner piuttosto che ad un pinguino che corre. Adesso che fortunatamente non gioco più ho capito il senso di quegli esercizi. Oggi avevo un allenamento abbastanza tosto: 5x1000mt e 3x 500mt. Fin dall'inizio sapevo che non sarebbe stata una passeggiata, poi appena fatto il primo 1000, ho dedotto che sarebbe stata sofferenza pura. I riscontri cronometrici sulle 5 prove sono state rispattivamente: 3.31 - 3.43 - 3.45 - 3.42 - 3.47, l'errore è stato tutto nel partire a manetta sul primo. Col senno di poi avrei sicuramente tenuto un ritmo costante sugli altri senza faticare più di tanto, se il primo fossi statao più cauto. I 3 x 500 sono stati fatti sotto il minuto e 45 secondi, con recupero passivo, mentre la scheda mi chiedeva un recupero attivo. ma non penso ce l' avrei fatta!
Comunque sono stato contento del mio allenamento di oggi perchè ho provato delle sensazioni che non provavo da tempo e sono tornato a casa bello stanco come piace a me. Ma poi a me che me ne fotte delle distanze brevi: IO SONO UN MARATONETA!

  
 

lunedì 28 aprile 2014

beach boy

DAY 62-2014
Lunedì 28 aprile 2014
buonasera a tutti
Oggi che sono partito prima per andare a nuoto, la superstrada era libera. Ho dovuto aspettare in macchina nel parcheggio della piscina per 45', così ho deciso di cogliere l'occasione per mettere giù una brutta copia per il post odierno. Mi sento uno scrittore professionista che guarda dal finestrino la pioggia abbattersi sul vetro ed io che compongo il mio "poema". 
Fuori diluvia e fortunatamente il nuoto è uno sport al coperto e non c'è pericolo di bagnarsi...
Oggi avrò fatto 600 mt di nuoto e le mie compagne di corsia mi hanno bastonato per bene. Le vedevo sfrecciarmi di fianco come se fossero delle gazzelle d'acqua ed io che arrancavo col mio pull boy in mezzo alle gambe mi sentivo una lumaca d'acqua dolce. L'esercizio piu difficoltoso, che non avevo mai fatto, era quello di fare 50 mt a stile libero in 1' per 6 volte. Devo dire che tranne l'ultimo che è stato di 1'07" negli altri sono stato un orologino svizzero. Il fatto di essermi iscritto in piscina è stato un colpo di genio,  perchè mi piace e mi stanca da morire. Magari mi può dare una mano a fare un pochettino di fiato, che ultimamente mi manca, e puo riuscire a diversificare i miei allenamenti. La decisione di oggi è che se va bene la Monza-Resegone proverò a abbassare il mio tempo nella maratona di Verona.

domenica 27 aprile 2014

sacco pieno,borsa vuota

DAY 61-2014

domenica 27 aprile 2014
buonasera a tutti
Ho deciso di tornare a scrivere assiduamente per dimostrare a chi mi accusava di non aver piu voglia di tenervi compagnia che non è così. Sì, è così! Oggi al ritorno dal mio allenamento con i miei compagni della Monza-Resegone mi sono sentito cosi; Molle e vuoto come la mia borsa di allenamento. Stamane è gia stata una fatica immane alzarsi, e sapevo che non sarei stato capace di tenere il passo dei miei compagni +Tete Atletica Cesano e Paolo. Li vedo troppo lontani da me, troppo in forma rispetto a me. Tutto questo non è bello per me, ma per loro si. Si vede che non mollano un attimo ed arrivano fino alla fine di ogni allenamento c ercando di non risparmiarsi mai, tanto di cappello. Oggi abbiamo svolto un allenamento incentrato sui cambi di passo con 10' di riscaldamento, 10' a 4.50, 20' a 4.35 e 30' a 4,20. Per la cronaca io ho resistito 20 minuti a 4.20, poi l'energia nelle gambe è venuta a mancare. Mi sento particolarmente bloccato e sulle gambe e con il morale sotto i piedi. Sopratutto pensando che fino ad un mese fa riuscivo a fare anche 20 km a 4.20 ed adesso faccio fatica a farne 4. Addirittura quelli che dovevamo fare a 4.20 li abbiamo fatti anche a 4.10 e il suggerimento di Paolo di non partire troppo forte era da ascoltare, mi devo mettere in testa che non posso usare la mia testa dura da sardo per qualsiasi cosa e ascoltare ciò che mi dicono gli altri. Forse mi sono fatto prendere troppo la mano, qualcuno direbbe. "sei partito a razzo e sei arrivato a cazzo", e devo dire che la difficoltà è proprio questa cercare di avere una forza esplosiva più avanti e non dare tutto subito. Sopratutto perche alla Monza-Resegone non correrò da solo e voglio portare me stesso e i miei compagni in cima.  Penso che il mese di stop forzato causato dal mio infortunio abbia influito oltremodo sulla mia forma fisica, sopratutto se parliamo di panza. Diciamo che sono gia in forma per l'estate perchè ho gia il salvagente.


lunedì 21 aprile 2014

double classic 2014 per dembr in Garmin Connect - Dettagli

double classic 2014 per dembr in Garmin Connect - Dettagli

DAY 60-2014

Lunedì 21 aprile 2014

Buonasera a tutti

 Ok, oggi abbiamo fatto un allenamento faticosissimo, la "Brianza double classic". L'avevo già fatta
l'anno scorso sempre col mio compagno fidato e quest'anno ho deciso di
rifarla nonostante io sia acciaccato e lui è da un anno che non fa gare, quindi due merde ambulanti! Comunque, come l'anno scorso, ci siamo proprio divertiti e nonostante tutto abbiamo fatto un tempo rispettoso 1h31
per fare 18 km. Ma va benissimo così!

127esimi
in classifica su 204. Questa gara si svolge in coppia, dove bisogna
arrivare all'arrivo tutti e 2 assieme e le coppie partono con la
distanza di 20" l'una dall'altra. é un bellissimo tracciato in mezzo
alla natura con parecchi sali e scendi e il fatto di correre in un così
bel contesto fa sì che la gara sia più facile. Sapevo che sarebbe stato
difficile per "il Borgo" (il mio compagno di squadra) cercare di tenermi
a freno, ma devo dire che c'è l'ha fatta, ed ha fatto anche una
bellissima gara nonostante il non allenamento.

Posso dire che i 18 km di oggi non si sono fatti sentire particolarmente sul mio piriforme e che fino ad ora non ho grossi problemi con la gamba, ma vedremo domani.

domenica 13 aprile 2014

ondulato preparazione Mo-Re 13/04/2014 per dembr in Garmin Connect - Dettagli

ondulato preparazione Mo-Re 13/04/2014 per dembr in Garmin Connect - Dettagli

DAY 59-2014

domenica 13 aprile 2014

Eccoci
qui sono tornato per raccontarvi la preparazione per la Monza -Resegone
di quest'anno. Oggi, io e l'altra parte della mia squadra, abbiamo
fatto un ondulato di 16km. Ormai era da troppo tempo che non mi allenavo
così duramente e devo dire che ho patito tantissimo tutte queste salite
e discese, sia fisicamente che mentalmente. Fortunatamente la gamba mi
fa meno male, dovrebbe passarmi questa benedetta infiammazione al
piriforme e mi tocca correre in modo non naturale per cercare di
cambiare la postura. Debbo dire che si fa il doppio della fatica nel
cercare di pensare mentre si corre a come mettere giu i piedi e a come
tenere la schiena.

Diciamo che tutto sommato sono partito bene e
non mi aspettavo di tenere un buon ritmo sopratutto in quelle salite, ma
prima o poi bisogna riniziare a mettersi sotto e oggi era un buon
giorno per morire col sorriso sulle labbra.



lunedì 31 marzo 2014

we still fight

DAY 58-2014
lunedì 31 marzo 2014
buonasera a tutti 
è tutta la settimana che non corro per colpa del mio infortunio. Sopratutto mi sono gia iscritto a 2 gari molto importanti la Monza- Montevecchia e la Monza- Resegone, e quest'ultima mi spaventa al solo pensiero. Comunque oggi dopo essere stato dal chiropratico ho ricevuto il nulla osta per tornare a correre, non subito a bomba, ma una preparazione decente non me la toglie nessuno. Queste settimana è stata un calvario, non si può non correre con queste belle giornate. Sono riuscito a resistere fino ad oggi. Infatti oggi pomeriggio prima visita dal chiropratico, che non so cosa faccia di specifico, ma ne è valsa veramente la pena. Praticamente ho capito che è come Ken Shiro, ti tocca dei punti di pressione e ti mette apposto. Invece con Ken dopo 3 secondi fai smorfie e salti in aria.
Sostanzialmente mi ha detto che corro col corpo troppo indietro e che dovrei impegnarmi a correre col busto piu avanti e con passi più lunghi, ma il bello è che appena ti alzi dal lettino ti senti più leggero e con una sensazione strana nel camminare. Il fatto di correre con i passettini e col corpo indietro me lo hanno detto anche +Francesco Rimoli e +Tete Atletica Cesano un paio di mesi fa, ma sentirlo da un estraneo mi sa più di verità. Preso da uno stato euforico ,oggi ,mi sono iscritto anche in piscina. Vediamo se riusciamo a fare un triatlon per cercare di rifarmi alla figura di merda di 2 anni fa.

lunedì 24 marzo 2014

maratonina Vittorio Veneto per dembr in Garmin Connect - Dettagli

maratonina Vittorio Veneto per dembr in Garmin Connect - Dettagli

DAY 57-2014

Lunedì 24 marzo 2014

Buonasera a tutti 

Diciamo
che per me,più che la maratonina della vittoria è stata la maratonina
del: "Cerchiamo di finirla, ma sopratutto da vivo".

Questa era la
prima edizione della maratonina svolta a Vittorio Veneto, e visto
che ero li a soggiornare, non potevo mancare. Nonostante la pioggia che
ha imperversato fino alla fine si puo dire che è stato organizzato tutto
nel miglior dei modi, con un panorama splendido in mezzo al verde delle
campagne vittoriesi. Forse la maratona di Treviso dovrebbe imparare
alcune cose da questa gara. Per il percorso, per i ristori, ma sopratutto per il pacco
gara ben fornito con una maglietta che è veramente bella. L'unica pecca
può essere stato il fatto di aver consegnato il pacco gara alla fine
della corsa e non prima, però sicuramente si migliorerà. Comunque
complimenti! Tornando alla mia gara ho deciso di parteciparvi lo stesso
nonostante la febbre dei 2 giorni precedenti, il non completo recupero
dalla maratona e sopratutto nonostante le secchiate d'acqua provenienti
dal cielo. Però non voglio passare da piangina (come mi hanno gia
detto), ma l'importante per me era finirla e poter dire: "Io c'ero".
Avevo deciso di farla bene ed il mio piano gara era così composto: prima
metà a 4.30 e seconda metà intorno ai 4.20, comunque cercando di stare
intorno all'ora e mezza. Preso dall'enfasi sono partito troppo forte, e
onestamente meravigliato del mio passo. Passando un altra coppia di
atleti, subito all'inizio, ho sentito bisbigliare tra di loro: "questo
qui salta". E così è stato!  Infatti al 6°km ho iniziato a patire il
poco allenamento, al 10° ho iniziato a rallentare sensibilmente e a
pensare solo ed esclusivamente ad onorare la gara. Arrivare fino al
21°km è stato un calvario, infatti il 20°km ho avuto un passo di 5.30 e
una voglia di buttarmi dentro al Meschio
, ma la soddisfazione di non essermi mai fermato ha fatto si che
portassi a casa un onorevole 1:44 e spicci e sopratutto aver sprintato
gli ultimi  300 mt dentro alla pista che ha fatto si che superassi due
atleti che mi avevano passato in precedenza. Va bene così!

P.S per vedere ogni km consiglio di cliccare sul link Garmin connect a inizio pagina.



lunedì 3 marzo 2014

maratona Treviso 02/03/2014 per dembr in Garmin Connect - Dettagli

maratona Treviso 02/03/2014 per dembr in Garmin Connect - Dettagli

DAY 56-2014

lunedì 03 marzo 2014

buonasera a tutti

è
finita. Con sofferenza, ma è finita. Come già spoilerato ieri l'ho
conclusa in  3 ore e 15 minuti e spiccioli. Quello che conta di questa
gara non è stato tanto il tempo, che debbo dire non mi soddisfa
pienamente, ma averla finita nonostante l'odio e il senso di ribrezzo
che ho maturato di settimana in settimana verso questa disciplina. E
questa foto lo dimostra a pieno,infatti  dopo essermi calmato e aver
realizzato ciò che avevo fatto, ho vomitato l'anima e tutta l'acqua
bevuta durante la gara. Che getto e che importanza, poteva essere record
mondiale di getto più lontano. La gara non è stata malvagia, un po' di
difetti li ha! Sopratutto nei punti di sofferenza si corre in mezzo al
nulla e devi solo lavorare di testa. Come mi è capitato di dire, a chi
me lo ha chiesto, dopo il 30°km devi correre in verticale con la testa
al posto delle gambe e le gambe al posto della testa, perchè è la testa
che fa girare tutto il motore e ti da la forza di mettere unpiedino
davanti all'altro.

Tornando
alla gara posso dire di aver sbagliato la tattica. Attaccandomi ai
pacers delle 3.15 da subito, i quali andavano ad un ritmo troppo
sostenuto per metterci 3 ore e 15, così al 12km ho deciso di andarmene
via io. Nonostante il +Tete Atletica Cesano+Francesco Rimoli 
mi avessero raccomandato di stargli attaccato fino al 30°. Sono partito
mettendo giù dei parziali non male, non pensando che dopo 10 km avrei
pagato dazio alla stanchezza. Infatti al 30°km mi sono fermato, auto
convincendomi che da lì a poco sarei svenuto. Però dopo aver pensato a
tutte le prese per il culo che avrei ricevuto  nell'eventualità mi fossi
ritirato e anche perchè alla mia ragazza avevo preannunciato che sarei
arrivato intorno alle 3 ore e 15, ho deciso di ripartire. Devo dire con
tutta sincerità che dal 30° al 40°km ho cercato di spegnere il cervello e
non pensare più a niente,ma il pensiero della mia ragazza che mia
aspetta tutta fiera e i miei compagni di corsa che, almeno questa volta,
non mi avrebbero preso per il culo mi ha dato stimolo per proseguire.
Appena visto il cartellone dei 40 km ho tirato fuori tutto quello che
avevo, appena visto il gonfiabile dei 42 km ho fatto un allungo che mi
ha permesso di arivare e saltare per tirare lo schiaffo al cartellone
segna tempo. E chi mi da del malmostoso doveva assistere al mio gesto.
Io che regalo la mia medaglia da finisher ad un bambino che la bramava
come se fosse una cosa bellissima e facendogli una carezza sulla testa.
Forse lì posso dire di aver vinto la maratona,quando quel bambino mi ha
guardato come se fossi un eroe. Comunque niente da dire, quello che si
prova gli gli ultimi 195 mt è una sensazione che non siu può spiegare,
sopratutto se abbassi il tuo personale di 12 minuti. Ed è proprio vero
che appena finisce una maratona pensi di non farne più, MA QUANDO é LA
PROSSIMA?







mercoledì 26 febbraio 2014

da mezzanotte si chiude

DAY 55-2014
mercoledì 26 febbraio 2014
buonasera a tutti
Partiamo dal presupposto che nn esistono climi sfavorevoli, ma solo atleti arrendevoli. Infatti stamane sono uscito a correre lo stesso nonostante piovesse, non ero tanto convinto mentre facevo gli involtini nel letto, lo scroscio della pioggia mi dava quella motivazione in piu per stare sotto il piumone. Alla fine, tra mille indecisioni, sono uscito a fare il penultimo allenamento della scheda che pretendeva facessi 10 km ad un ritmo di 4.28. E così è stato! All'inizio avevo pensato di svolgere il riscaldamento dentro al velodromo ed invece ho svolto km su km lì dentro, in totale solitudine accompagnato solo dal rumore della pioggia e delle mie scarpe che battevano sull'asfalto bagnato. Tanto silenzio che dopo un po' mi ero rotto le palle di correre li dentro e non vedere niente, sono stati 20 giri interminabili tantè che al 3°km volevo tornare a casa. Ho notato che non è stato ancora scelto l'abbigliamento per la gara di domenica e non ho avuto alcuna risposta riguardante la pipì dei top runner. Riguardo la prima ce la fate a farmi sapere prima che prepari la borsa?Anche perchè domani mattina parto. Riguardo alla seconda posso dire che secondo me si può fare perchè i pantaloncini da corsa sono fatt per non usare le mutande Quindi basta alzare la stoffa della coscia, spostare la retina ed il gioco è fatto. Ricordiamoci solo di sincronizzare i movimenti. Bhè questo è l'ultimo post di questa preparazione, l'ultimo giorno di allenamento ve lo risparmio anche perchè sono solo 5 km di corsa lenta. Stasera a mezzanotte chiuderò tutti i contatti col mondo esterno per cercare la concentrazione e la giusta cattiveria agonistica. Ci sentiamo lunedì con il resoconto dettagliato e state tranquilli che durante la corsa vi penserò
TRY TO BE THE PERSONAL BEST

 

martedì 25 febbraio 2014

decidete voi,opzione 1 o opzione 2

DAY-54 2014
martedì 25 febbraio 2014
buonasera a tutti
Inizia a fare troppo caldo per correre con la maglietta termica e la felpa invernale. A proposito bisogna anche decidere come vestirsi per il giorno della gara. Sono indeciso se manicotti e canotta piena (perchè il tatuaggio in bella mostra mi rende ancora più aggressivo), anche se il cagotto arriva come un fulmine a ciel sereno.
opzione 1
Ed è per questo che l'altra opzione è partire più coperto con maglietta  a maniche corte sotto alla canotta e i calzettoni da calcio al posto dei manicotti. Così quando sento caldo li posso buttare via. Acetto il volere del pubblico.
opzione 2
Stamane sono uscito a correre verso le ore 10:00 ed ho fatto 12 km ad una media di 4.30, ma non mi ricordo se in 52-54 o 56 minuti. Inizio ad avere dei dubbi sull'affidabilità del mio +Garmin 
dopo che ieri mi hanno fatto notare che il tempo indicatmi  non collimava con la media del passo datomi dall'orologio. Passare da una media di 4.26 ad una media di 4.15 è una differenza abissale.
Tutto sommato oggi è andata bene. Ho fatto una strada nuova che parte da Cesano costeggia tutta la ferrovia e arriva fino bosco delle querce di Seveso (che era chiuso), quindi da lì ho fatto tutto il tragitto a ritroso. Mi sentivo bello sciolto e neanche tanto affaticato come immaginavo alla partenza, forse il fatto di non fare sempre le stesse strade mi aiuta tanto sul piano mentale. Un altra cosa che ho notato è che inizio a sentire il nervosismo salire sempre di più. E se adesso, che mancano 5 giorni, sono così non oso immaginare il giorno prima della gara, potrei assomigliare ad un cane con la rabbia. La cosa potrebbe migliorare il mio aspetto estetico e farmi apparire più fotogenico nelle foto.
Una domanda: Ma è vero che  i top runners fanno la pipì correndo per non perdere tempo?

lunedì 24 febbraio 2014

doppia faccia

DAY 53-2014
lunedì 24 febbraio 2014
buonasera a tutti 
Anche oggi sono andato a correre, ormai è l'ultima settimana di preparazione e voglio farla tutta, anche perchè sono solo 4 giorni di allenamento. Sono andato in quel di Paderno per fare 12 km, mi trovo meglio a correre lì. Mi sento più a casa rispetto a Cesano, forse perchè conosco più strade ma Paderno mi sembra più a misura di runner rispetto a Cesano. Dovevo fare 12 km di corsa lenta li ho fatti  in 51 minuti con un passo medio di 4.26. Fino al 6 km ho fatto un po di fatica a spezzare il fiato e far girare le gambe, poi le gambe hanno iniziato a girare come volevo e mi sono pure divertito. Sopratutto nel pensare a qualsiasi ipotesi di arrivo e se riuscirò a vedere, finalmente, la Chies che mi incita all'arrivo. Chissà cosa pensa la gente mentre vede un pirla, che mentre corre, ride e sorridere come un pollo (quando rido sono bellissimo). Non si  immagina che mentre si corre ci si fanno dei viaggi che neanche una canna può farti fare. Per lo meno a me capita di pensare a tutto tranne a quello che faccio, non solo nella corsa ma in tutte le cose che faccio. è per quello che preferisco correre la mattina presto quando c'è meno gente in giro e nessuno mi vede con quel sorriso da cazzo stampato in faccia. Per non farmi mancare niente ho deciso anche di fare qualche salita, ad una settimana dalla maratona, per cercare di fare un po più di fatica.

domenica 23 febbraio 2014

qualcuno al mondo non conosce ancora il significato della parola selfie

DAY 52-2014
domenica 23 febbraio 2014
buonasera a tutti
A distanza di una settimana dal big match tra Marco Dambra e il Dembr  è stato caricato l'mp3 per la maratona evento. Ho cercato di caricare canzoni energiche  e non, quelle non sono state messe per farmi svagare e pensare a tutti quelli che mi sono stati vicini in questi 3 mesi di sofferenza, e chi no. Ieri ho dovuto ammettere la mia preoccupazione di stare male durante la gara, ne ho viste troppe di persone star male durante una maratona, gente che gattonava al 30°km, gente svenuta ad 1 km dalla fine e gente in chiaro stato di disidratazione alla fine della gara. Io sono molto sensibile su queste cose e sopratutto ho ancora in mente il signore al 40 km a Verona che non si alzava da terra perchè era collassato. Come si nota dal selfie odierno, mi sono allenato. Siamo andati io e altri 3 runners (franz, Luchino è l'Imperatrice) al parco alla porada di Seregno, dovevamo fare delle ripetute di 2000 mt. Io ne ho fatte 3 ad un passo di 4.20 per allenarmi con l'Imperatrice, ma vedevo che tutto sommato non ho forzato più di tanto e quindi è un buon  é un dato di fatto che alenarsi alla Porada dopo le ore 09:00 è impossibile, c'è tantissima gente, ma è anche giusto con la giornata di oggi non si poteva stare a casa ed è piu allenante schivare le persone e i cani con doppi passi finte etc. Sostanzialmente sono contento dell'allenamento, ma non riesco ancora a capire la mia forma per la maratona...Mah!
P.S. Grande Borgo che non vai a Beirut per la Brianza double classic


sabato 22 febbraio 2014

16 km ritmo maratona per dembr in Garmin Connect - Dettagli

16 km ritmo maratona per dembr in Garmin Connect - Dettagli

DAY 51-2014

sabato 22 febbraio 2014

buonasera a tutti

Ebbene si voglio andare contro tendenza e scrivere anche di sabato. Oggi i fantaomatici 18 km a ritmo gara si sono trasformati in 16 km un po' sopra il ritmo gara. Vi domanderete: Come mai non ho fatto gli ultimi 2 km che mi mancavano? Perchè mi ero rotto le palle quindi ho deciso di conludere con 2 km in meno sulle richieste della scheda. Come si evince dal selfie fatto stamane, per l'allenamento odierno, ho sfoderato uno short che non lasciava niente all'immaginazione e ha dimostrato quanto sono belle le mie gambotte muscolose da ex giocatore di calcio. Com'è andato l'allenamento? Bene. Mi sono allenato alla Porada di Seregno con Luchino e il Tete, abbiamo fatto insieme il riscaldamento, poi li ho staccati subito perchè dovevano fare un altro tipo di allenamento e quindi ho corso praticamente da solo soffrendo dal 1° al 16°km con una caduta al 15°km, causa una signora che teneva il cane a 100 metri di distanza, quindi per saltare il guinzaglio sono inciampato su un tronco di albero segato e bagnato. Evvai. Tra l'altro al 15°km è arrivato il Tete di gran carriera a sorpassarmi e stato un allenamento agli antipodi il nostro, io parto forte e lui parte piano poi lui accellera ed io diminuisco. Chi ha ragione dei 2???

venerdì 21 febbraio 2014

manie di grandezza

DAY-50 2014
venerdì 21 febbraio 2014
buonasera a tutti
Mi fa piacere vedere che le giornate si stanno allungando, e passeggiando nel parco di Paderno ho visto tantissimi atleti correre. Stà arrivando la bella stagione. Oggi non ho corso in previsione dell'allenamento di domani, 18 km a ritmo maratona e poi sopratutto perchè la mia gamba oggi mi faceva un male cane. Ho zoppicato fino a quando mi sono disteso per il riposino pomeridiano dalle ore 14:00 alle ore 17:00, tanta roba! Mi sa che mi devo fare vedere questo problemino che sta diventando un fastidio persistente a cui, dopo un allenamento, non posso dire di no e non mi permette di camminare in maniera normale finchè non mi sono rilassato. L'altra batosta odierna viene dal lavoro, non so da quanto tempo non riesco a concludere una settimana lavorando (producendo) dal lunedì al venerdì, nell'ultimo mese si produce fino al giovedì e il venerdì è dedicato completamente alla pulizia dei macchinari. Mi ricordo quando sono entrato a lavorare le pulizie grosse erano svolte di sabato perchè durante la settimana era impossibile causa tutto il pane prodotto. Settimana prossima lavorerò 3 gg ,da un lato mi va bene cosi partirò per Treviso giovedì  e potrò fare l'ultimo allenamento prima della gara respirando l'aria di quei posti, dall'altra parte mi dispiace vedere uno stabilimento così promettente essere utilizzato al 50%. Posso dire che questa situazione non è colpa mia e neanche di nessun collega è solo colpa della crisi e di tutto quello che gli ruota intorno. Dico solo che il pane è il corpo di Cristo ed io, almeno in questo, mi reputo un sacerdote e come me tutti quelli che producono pane.


giovedì 20 febbraio 2014

500 fiat? no,500 mt con 100 di recupero

DAY 49-2014
giovedì 20 febbraio 2014
buonasera a tutti
Mi mancava proprio un allenamento così breve ma intenso. Oggi ho fatto un ottimo allenamento di ripetute sulla distanza di 500 mt ad una media di 1'42" con recupero di 100 mt in 1'31", quindi con un passo medio intorno ai 3.20. Sono proprio contento, sono arrivato alla decima veramente cotto, ma devo dire che sono riuscito anche a non dare tutto, per cercare di stare sempre sotto il minuto e cinquanta richiestomi dal mio compagno di allenamento Luchino. Poi si è aggiunta una ragazza che in quanto a livello di corsa non le manda a dire, grande Silvia, fortunatamente ci ha tirato lei le ultime 5 sennò saremmo stati in fase calante. Mi sono proprio divertito era da un po che non facevo allenamenti veloci e posso dire con tutta sincerità di vedere che ne ho ancora, e non vedo l'ora di preparare qualche 10000. All'inizio non ero convinto se sarei riuscito a farne 10, ma poi piano piano ho visto che potevo farli facilmente cercando di non tirare troppo e rallentando sensibilmente dai 300 mt ai 400 mt per poi fare una progressione allungando la falcata dai 400 mt ai 500 mt. Alla fine è vero che allenandoti con gente più forte alzi l'asticella sempre più in alto e dai sempre di più e ti passa anche un allenamento pesante come questo e quello di sabato scorso, mi mancavano proprio queste sensazioni. Un bravo a me! A proposito, ho già deciso dove fare il test per ristabilire tutti i parametri di allenamento, l'ultimo giorno della luna di miele. E finiamo col botto.


mercoledì 19 febbraio 2014

ciccia di gallina

DAY 48-2014
mercoledì 19 febbraio 2014
buonasera a tutti
Ok,mancano 10 giorni ed io mi sono nella fase nervosa e di scarico, che più scarico non si può!  Oggi ho fatto solo 10 km e sono stanchissimo, ho fatto 5 km ad una media di 4.05 al km e gli altri 5 km sotto ai 4.30. Volevo fare un allenamento un po' diverso, non so che senso abbia ma l'ho fatto, sensazioni buone, ho concluso 10 km in 43 minuti e 57 secondi con un passo medio di 4.23 al km. Ho avuto dei richiami sonori riguardanti l'allenamento di ieri ed è per questo motivo che ho cercato di fare i primi 5 km molto veloci, saranno sensi di colpa? Un po' si! Il fatto di aver cazzeggiato ieri mi ha fatto venire dei sensi di colpa accresciuti dai messaggi notturni del mio amico corridore, non svelerò il suo nome. Sono dell'idea che non avere fatto lunghi, e lui ha confermato, è stato un po' controproducente e quindi dopo il 28 km sarà tutto un mistero. Il fatto di correre sul ponte di Ponte della Priula pieno di gente e l'arrivo dove tutti ti battono le mani è una cosa che solo al pensiero mi fa venire la pelle d'oca. Da una parte non vedo l'ora di farla dall'altra parte non vedo l'ora di finirla, ma quei momenti sono una delle cose che consiglio a tutti sia che tu ci metta 6 ore o che tu ci metta 3 ore e 3 minuti e 59 secondi.



martedì 18 febbraio 2014

Creed...ici

DAY 47-2014
martedì 18 febbraio 2014
buonasera a tutti 
Oggi che sarebbe dovuto essere un allenamento superlativo, si è trasformato in un cazzeggio totale, è proprio vero che ormai siamo agli sgoccioli e quello che è fatto è fatto. Tantè che son partito per fare 13 km a 4.15 al km e sono finito per fare 5 km a 4. Non so a cosa sia servito, ma ho corso. Correre per 13 km dentro alla pista di atletica è uno strazio se penso che 5 km sono 12 giri e mezzo 10 sono 25 giri, 13 quanti sono? So che è sbagliato, ma io mentre corro in pista conto i giri, e tutto ciò mi fa passare ancora meno l'allenamento. Non ho fatto grasso fatica, il fiato c'è e la gamba pure. è vero che sono solo 5 km ,but i'm feel fine! L'unica fatica fatta è stata quella nel cercare di andare piano, e non voglio menarmela, ma come ho gia detto è più difficile andare piano che andare forte. Sopratuto in pista. è molto piu facile correre alla Porada per fare questi tipi di allenamenti perchè il giro da 2 km ti permette di far viaggiare la mente e avere più distrazioni rispetto alla pista. Ho provato a convincere +Francesco a fare delle ripetute,ma ha espresso subito la volontà di fare il medio motivandolo addirittura con un "non so quanti km riesco a fare". Io visto l'orario e visto che eravamo in pista avrei preferito fare delle ripetute, che è un po' che non faccio, ma mi fido di quello che mi propina lui. Franzissimo non va mai discusso sopratutto se non a voglia e sopratutto se viene a vederti al cross. Mi fai una scheda??? tu sai quello che provo! Lo lascio stare quello? Il campione sono io!

lunedì 17 febbraio 2014

il meglio deve ancora venire

20km ritmo maratona per dembr in Garmin Connect - Dettagli

DAY 46-2014

lunedì 17 febbraio 2014

buonasera a tutti

Oggi non ho corso ho fatto solo un po' di sana polemica su fb con qualche affiliato fidal, ma non voglio parlare di questo. Bensì mi ero tenuto da parte la chicca dei 20km svolti sabato. L'allenamento prevedeva 24 km a ritmo maratona, io sono stato un pochino sotto perchè stranamente mi sentivo bene, mi ha accompagnato il mio fido scudiero Tete.  Abbiamo svolto tutto l'allenamento all'interno del parco della Porada a Seregno, lui doveva fare 20 km io 24. Siamo partiti subito bene,un po' forte, ma vedevo che il corpo ne aveva e sopratutto non avevo il fiatone come la settimana prima. Per fare questo allenamento ho dovuto sacrificare il cross di ieri,ma fa niente. Guardando il tempo al km mi stupivo di ciò che stessi facendo e sopratutto avevo il mio compagno che mi intimava di rallenatre,ma io non ci riuscivo proprio,forse avrò pure sbagliato ma quando vedi che vai forte non riesci a fermarti. Al 17km ho iniziato a sentire il solito fastidio allo stomaco,devo comprare l'imodium. Ormai acqua e limone nn fa più niente, sicuramente per la maratona non mancherà. Cosi ho deciso di farne 20 km e correre a casa per espletare il bagalio che mi sono portato dietro per 15 minuti,  infatti si nota che ho rallentato sensibilmente. Purtroppo non l'ho potuta fare lì perchè stranamente il parco era pieno di gente, ed io mi domando: "Tutti sabato dovevano correre?"  Loro diranno: "Non è che se a te scappa il bisogno grosso noi dobbiamo stare a casa per la tua bella faccia". Comunque sono stato contento ed il riposo del giorno prima è servito, non so ancora come andrà la maratona,oppure lo so ma faccio finta di non pensarci, visto che il lungo piu lungo è stato di 28 km, ma questi allenamenti fanno morale. Sopratutto per aver visto soffrire il mio compagno ma lo ringrazio per la compagnia e per la grossa mano che mi da ogni volta.

domenica 16 febbraio 2014

invece del caffè zero da oggi c'è il voglia zero

DAY 45-2014
domenica 16 febbraio 2014
buonasera a tutti 
Mi scuso pe non aver pubblicato il post di ieri sera, ma mi sono accorto che il sabato sera la gente ha ben altro da fare e di conseguenza le viusualizzazioni sono ridotte all'osso. Quindi il mio editore mi ha imposto di non scrivere di sabato.
Sopratutto perchè sono uscito a mangiare con i miei compagni dell'atletica Cesano, è stata una bellissima serata dove abbiamo scherzato e bevuto vino fino a tardi, poi tutti a casa perchè stamane avevamo la sveglia per la gara di corsa campestre a Seveso. Come è andata la campestre di oggi??? Diciamo che è andata, impegno pari a zero. è stata una corsa col sorriso stampato dal 1° a l 10°km. E sopratutto con il problema delle scarpe troppo strette, mi schiacciano tutte le dita e ancora adesso mi fanno un male cane. Comunque appena ha sparato il giudice ho iniziato a vedere subito allontanarsi tutto il gruppone, infatti mi sono trovato subito ultimo fino al 5 km dove ho sorpassato un altro ragazzo che non ne avava più perchè era partito troppo a razzo. Sinceramante non guardavo chi superavo o chi avessi dietro, ma guardavo solamente dove mettere i piedi per cercare di rampare di più. All'8° km sono stato doppiato dal 1° e dal 2° che volavano invece di correre. Io dall'8°km ho iniziato ad ingaggiare una gara con il terz'ultimo che, ogni volta io mi avvicinavo lui allungava.Io volevo dirgli di non preoccuparsi che tanto non avrei aumentatao il passo,ma ogni volta che mi avvicinavo lui aumentava la velocità. Allorchè mi sono posto delle domande: ho l'alitocattivo? Sono vestito male? é la prima volta che vedo una persona spaventarsi cosi tanto dal mio arrivo, in 2km si sarà girato 30 volte. Tranquillo che il terzultimo posto è tutto tuo! Comunque ho finito in 47 minuti ad un passo che non so perchè l'orologio nn l'ho guardato neaache una volta. Ringrazio il Franzissimo, l'imperatrice, Antonio, Franca e Silvia per avermi incitato. Ma non dimentico la Chies che fino all'ultimo ha cercato di convincermi a tornare a casa per mangiare.


venerdì 14 febbraio 2014

chissà studio aperto quanti servizi ci farà

DAY 44-2014
14 febbraio 2014
buongiorno a tutti
Ognuno di voi si chiederà perchè pubblico così presto il post. Stasera lavorerò fino a tardi e verrebbe troppo tardi la vostra lettura. Come già detto oggi non ho corso per preservarmi in vista dell'allenamento di domani. Stamane mi piacerebbe palare di due cose, una capitatami stamane e l'altra è un mio pensiero sulla festività odierna. Oggi sono andato a fare la spesa, e se c'è una cosa che non sopporto sono i personaggi che ti mettono pressione alla cassa, poi se è un anziano ancora di più. Non riesco a capire tutta questa fretta da dove viene, sei in pensione prendila easy e non rompere le palle. Io non so se ci arriverò in pensione o se la percepirò, ma sicuramente non sarò cosi! Cosa devi fare tutto il resto della giornata, da sbuffarmi sul collo, mentre aspetti che io metta la spesa sul nastro trasportatore? Cosa hai di così importante da fare da starmi di fianco mentre devo pagare?  Sopratutto cazzo mi togli quel coso che separa la mia spesa da quella che mi precede. Io sono insofferente, ma queste cose mi fanno uscire gli occhi dalle orbite sopratutto la mattina appena sveglio. Un altra cosa che mi da fastidio è San Valentino, non si riesce a capire che sta diventando tutto un operazione di marketing,come il Natale? Bisogna voler bene o amare una persona tutti i giorni e non deve esserci una festa a ricordarlo di fare. So che quello che sto dicendo potrà creare disaccordo, ma dovrebbe essere il 14 febbraio gli altri 364 giorni.Non dovrebbe ricordamelo la pubblicità dei baci o i Rosario con le rose ai semafori, lo dice uno che riguardo a queste cose è un orso bruno. Polemica piena.ciao



giovedì 13 febbraio 2014

hashtag

DAY 44-2014
giovedì 13 febbraio 2014
buonasera a tutti
è un alternarsi di sensazioni positive e di sensazioni negative. Stamattina sono uscito a correre con la voglia sotto le scarpe, ma alla fine ho fatto un allenamento che mi ha lasciato di sasso. Ho fatto 10 km ad una media di 4.15 al km, in un tempo di 42.50. Non mi sarei mai aspettato di riuscire a tenere un passo sostenuto e non fare eccessiva fatica, nonostante le ultime uscite. è vero che sono solo 10 km ma averli fatti senza fatica mi da una sferzata di ottimismo che ultimamente mi mancava.  Ho svolto il mio allenamento dentro al velodromo di Cesano Maderno, che stranamente era aperto, quindi è più facile correre ad alti ritmi. Pensare che domenica dovevo fare un giro a 4 e un giro a 4.20 e non sono riuscito a concludere l'allenamento, forse mi carico troppo di ansie perchè penso a come svolger un allenamento tecnico. TAKE IT EASY.
Fortunatamente ho avuto un compagno gli ultimi 3 km di corsa, con cui ho scambiato qualche parola. Quindi, se mi ricordo bene, se si riesce a correre mentre si parla vuol dire che c'è ne di benzina. Hashtag contento.
P.S. chi si sta chiedendo perchè non faccio più foto dell'outfit rispondo dicendo che il mio cellulare non contempla l'autoscatto.

mercoledì 12 febbraio 2014

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica

DAY 43-2014
mercoledì 12 febbraio 2014
buonasera a tutti
 HO CHIESTO L'AMICIZIA ALLA CARTA IGIENICA
Nella prossima vita vorrei essere uno sportivo così se sono più bravo è oggettivo (cit). Ma parlo di uno sportivo di professione, magari di uno sport dove non si fa tanta fatica che ti permetta di di essere il top senza bagnarsi di sudore. Oggi ho fatto una sudata abominevole. Se debbo ricordarmene un altra simile mi tocca tornare indietro a Sharm el Sheik 2009 quando sono svenuto per vincere il gioco aperitivo. Peccato che sia svenuto ed ho dovuto pagare 50 euro di flebo. Disidratazione causata dal cagotto dovuto al lavarsi i denti con l'acqua del rubinetto,ma questa vacanza la racconterò in un altra puntata del mio blog. QUINDI STAY TUNED!!!
L'allenamento di oggi doveva essere blando, ma che più blando non si può. Dico solo che il ritmo del 7°km  di 4.07 al km. Sembrava un uscita tranquilla, il sole non era ancora alto nel cielo e c'era quel venticello che rompeva le palle ma si stava veramente bene. Finchè non ho incontarto colui che corre da imboscato +Stefano Santambrogio ,dicono tutti che corra di nascosto, ma non è vero è solo che fa strade che nessuno conosce. Appena l'ho beccato ha iniziato a tirarmi il collo, non  so se lo fa apposta per vendicarsi dei mesi passati o se si deve allenare sempre cosi, so che ogni volta che mi alleno con lui inizia a correre come se dietro ci fossero dei cani rabbiosi. Da 10 km che dovevo fare sono arrivato a farne 14 ad una media di 4.26 al km, non male. Ottime sensazioni tranne x la gambe che mi duole e per la maglietta inzuppata di sudore, è stato un ottimo allenamento dove ho visto il mio compagno allontanarsi per poi farsi riprendere e per essere trainato per 200 mt.Oggi sono contento, peccato che per il resto della giornata non sia stato un granchè bene, sto cagotto non passa mai.